Hate speech, la normativa in Europa e Usa sull’odio online

di Maria Romana Allegri


Lo hate speech – espressione tradotta normalmente in italiano come “discorsi d’odio” o “espressioni d’odio” o “linguaggio d’odio” – consiste in una specifica forma di discriminazione che si estrinseca non attraverso azioni o omissioni, ma mediante deprecabili modalità di manifestazione del pensiero. Diffuse e reiterate attraverso Internet, tali forme espressive hanno l’effetto di alimentare i pregiudizi, consolidare gli stereotipi e rafforzare l’ostilità di taluni gruppi di persone, solitamente in maggioranza o in posizione di dominanza in un determinato contesto sociale, nei confronti di altri gruppi con diverse caratteristiche, in genere minoritari.

Leggi qui...

Post recenti

Mostra tutti

Come si combatte l'odio online

Intervista a Stefano Pasta Drammatici fatti di cronaca, anche di questi giorni, scatenano spesso, per non dire sempre, vere e proprie tempeste di odio razziale (nei confronti degli immigrati oppure de

Osservatorio sull'odio online

Università Cattolica del Sacro Cuore